Il nuovo album di Ariana Grande ha “uno scopo cinestetico”, parola di Pharrell Williams

I rumors intorno al nuovo album di Ariana Grande continuano ad alimentare le speranze del pubblico in un lavoro imponente e di livello superiore rispetto a tutti i precedenti.

Il quarto album in studio della cantante, atteso nei prossimi mesi, è ormai finito ed è stato consegnato all’etichetta: il prossimo passo è l’annuncio di un singolo che faccia da apripista all’uscita del disco. Ma la curiosità è soprattutto per il genere di canzoni realizzate per questo disco: dai commenti del manager della cantante Scott Braun a quelle dell’ex presidente dell’etichetta Charlie Walk (allontanato a seguito di accuse di molestie) fino a quelli del produttore Pharrell Williams, tutto lascia pensare che stavolta lo scopo sia quello di mettere in luce le doti vocali della Grande con uno stravolgimento dello stile pop/soul adoperato finora. Secondo TMZ, addirittura, alcuni specialisti del settore che hanno già sentito l’album lo avrebbero definito un “capolavoro“, sicuramente il più maturo e sorprendente della giovane carriera della popstar. Un po’ come avvenuto per l’album d’esordio di Harry Styles.

Tra i produttori coinvolti nel progetto, Pharrell ha parlato del cosiddetto “AG4” (così viene indicato sui social il quarto album di Ariana Grande) in una live chat coi suoi seguaci.

L’ex giudice di The Voice USA non ha fornito molti dettagli, preferendo mantenere un certo riserbo che alimenta ulteriormente la curiosità, ma ha detto che sarà qualcosa di importante e molto diverso da ciò che l’artista ha fatto finora.

“So che voi ragazzi volete AG4. L’unica cosa che posso dirvi su Ariana è che è davvero bello lavorare con lei e ogni volta che parliamo di un nuovo album, si dice che la canzone sia di un altro livello, un nuovo capitolo, ma non voglio mettere alcuna pressione. Quando lo ascolterete, sentirete. Queste canzoni sono state realizzate con uno scopo cinestetico e se non lo sentirete non lo raggiungeremo.”

Non resta che attendere perlomeno la diffusione del primo singolo per capire cosa bolle in pentola per AG4.

 

 

 

 

Fonte: Optimagazine.it