Allenamento: gli sport più trendy del 2018

Anno nuovo e aria nuova anche in palestra. Anche se la stagione in cui vengono presentate le nuove discipline è di solito la primavera, periodo in cui si svolge RiminiWellness, la manifestazione di riferimento per il popolo dei palestrati, i primi mesi dell’anno sono per tradizione un momento in cui piace fare il punto sulle novità. Ecco allora qualche spunto, tra nuove proposte e vecchie conoscenze che vale comunque la pena di provare in palestra, all’aperto o in piscina.

Secondo un’indagine realizzata da e-Bay analizzando gli acquisti di prodotti per il fitness più gettonati sul Web, emerge innanzi tutto che alcune discipline non vogliono saperne di cedere terreno: il pilates e il crossfit continuano ad andare fortissimo, come dimostra la vendita di attrezzi base per praticare queste due discipline, come KettleBall, la barra a parete e il bilanciere per il crossfit e tappetini Roller e magic ring per il pilates.

Tra le discipline di tendenza, spicca un ulteriore avvicinamento tra gli allenamenti pensati specificamente per gli uomini e per le donne: da un lato ci sono numeri crescenti di atlete femmine che praticano discipline ad alta intensità più tipicamente maschili, come il crossfit e il bootcamp (una nuova forma di allenamento che ricalca quello dei militari), dall’altro gli uomini cominciano ad apprezzare allenamenti più legati alla postura, all’agilità e alla flessibilità, di solito più apprezzati dal pubblico femminile, magari intensificati e interpretati in modo più virile. Ecco allora qualche suggerimento.

STRONG BY ZUMBA – Una rivisitazione potenziata della classica Zumba, in cui non ci scatena semplicemente a ritmo di musica, ma ci si allena unendo peso del corpo, condizionamento muscolare, cardio in ripetizioni sincronizzate alla musica. Le lezioni sono meno ballate rispetto a quelle di Zumba tradizionale, e si concentrano di più sul condizionamento muscolare. L’obiettivo è la tonicità e la definizione di tutta la muscolatura, la buona salute del cuore, il buon umore e il dimagrimento.

AERIAL YOGA  – E’ una forma di yoga che si pratica in sospensione, appesi ad amache, cinghie e altri tipi di sostegni chiamati feetup. Scopo dell’allenamento è migliorare l’elasticità del fisico neutralizzando la forza di gravità, sospendendosi a vari tipi di sostegno di solito di tessuto. In questo modo si può far lavorare in modo ottimale tutta la muscolatura impegnata nelle diverse posizioni yoga, con particolari vantaggi per le gambe, le braccia, il giro vita e la muscolatura della schiena.

BOOTCAMP – E’ il nuovo metodo di allenamento ad alta intensità, ispirato ai fitness militari dell’esercito americano, da effettuare all’aperto, in gruppo e con la guida di un istruttore. Promette dimagrimento, tonificazione e rafforzamento di tutto il fisico. Il programma è articolato in un arco di tempo di sei settimane con due o tre allenamenti di un’ora ciascuno. Ci si allena tutti insieme, con esercizi individuali o a coppie e con gli stessi esercizi indipendentemente dal livello di ciascuno: sarà compito del trainer prestare attenzione alle diverse capacità dei singoli.

BATTLE ROPES – La corda diventa protagonista dell’allenamento, non più solo sotto forma di funicella per saltare, ma in versione maxi: le corde utilizzate sono in questo caso i grossi cavi da nave, usati in esercizi per irrobustire spalle e braccia, bruciare calorie (da questo punto di vista è più efficace della corsa), e migliorare la resistenza aumentando insieme la massa muscolare. Si utilizzano corde di diversa lunghezza, anche legate a un palo o a una kettleball.

TRX SUSPENSION TRAINING –Evoluzione dell’allenamento funzionale con il trx e nato dall’esperienza di Randy Hetrick, un ex Navy Seals statunitense. Si basa su esercizi a corpo libero effettuati mentre si sta sospesi a due tiranti fissati al soffitto. In pratica, il carico di lavoro è costituito dal peso del corpo dell’atleta che costituisce anche la quantità di lavoro richiesta dal fisico di ciascuno. Gli esercizi si basano sulla forza, sull’equilibrio, sulla flessibilità e sulla stabilità della parte centrale del nostro corpo.

IN ACQUA – Chi alla palestra preferisce la piscina può scegliere tra varie alternative divertenti. L’allenamento in acqua è più intenso di quello a secco perché il mezzo liquido esercita una maggiore resistenza, facendo bruciare più calorie e funzionando, in pratica, come un attrezzo. In più l’acqua fa un effetto massaggio sul corpo, tonifica la pelle e ha un effetto drenante e anticellulite. Per allenarsi, oltre alla classica acquagym e all’hydrospinning, ovvero la cyclette “a mollo”, ci sono il Water beat, un mix di hydrobike ed esercizi a corpo libero in acqua mutuati dal pilates, dallo yoga e dallo stretching. Per scaricare lo stress l’ideale è invece l’Hydrobox, in cui si tirano pugni e calci e calci in acqua; oppure ci si può scatenare con l’AquaZumba o con il Water Grid, un allenamento a circuito a ritmo di musica in cui si utilizzano piccoli attrezzi come cavigliere, bilancieri galleggianti e water basket per aumentare l’intensità dello sforzo. Si arriva a bruciare fino a 400-500 calorie, migliorando il funzionamento di cuore e polmoni, tonificando i muscoli di braccia, spalle, dorso, gambe e glutei, combattendo la ritenzione idrica.

 

 

 

 

 

Fonte: Tgcom24.it