Amore, la vera crisi non è al settimo anno il punto di svolta è a 12 mesi .


Dimenticate le crisi del settimo anno, che se superate danno un segnale chiaro della solidarietà di un rapporto di coppia: per capire se una relazione a due avrà un futuro il vero punto di svolta è dopo un anno, perché è allora che il livello di testosterone di un uomo – la chiave per il suo desiderio sessuale – si riduce drasticamente.

Durante il primo anno, infatti, l’uomo è pronto a combattere la concorrenza dei rivali e i livelli di etstosterone si mantengono alti, ma passati 12 mesi con un partner fisso arriva un significativo calo di questo ormone.

Questa l’ipotesi avanzata in uno studio della Worcester University, nel regno Unito, pubblicato sulla rivista “Evolutionary Psychology”. Gli studiosi hanno intervistato 75 uomini di età compresa tra 18 e 39 anni sullo stato delel loro relazioni e la durata. Hanno inoltre misurato i livelli di testosterone, trovando che negli ultimi uomini single e in chi aveva da poco iniziato una realzione erano pressoché identici, mentre iniziavano a calare bruscamente dopo un anno in coppia, per diminuire di quasi un terzo in coloro che avevano una relazione seria a lungo termine.

Gli uomini che iniziano nuove relazioni sono ancora in uno stato fisiologico che favorisce la concorrenza con gli altri uomini – spiega Daniel Farrelly, autore della ricerca – ciò può essere dovuto alla necessità di mantenere e sviluppare la nuova relazione o al fatto di essere ancora motivati a cercare ulteriori opportunità di accoppiamento, uno stato che può cambiare qualora la relazione continui». Tuttavia la cosa potrebbe avere anche dei risvolti positivi secondo lo studioso, aiutando i rapporti e rendendo gli uomini più adatti a prendersi cura dei figli.

 

(fonte: Leggo.it)