Avril Lavigne è morta ed è stata sostituita da un clone di nome Melissa?

Che ci crediate o meno, in questi giorni è sbucata fuori (di nuovo!) sul web la teoria complottista secondo cui (tenetevi forte) Avril Lavigne sarebbe in realtà morta diversi anni fa e sarebbe stata sostituita da una sosia. L’assurda storia che alcuni fan (o forse haters?) hanno imbastito su Twitter era nata in realtà qualche tempo fa dopo che l’artista canadese, oggi 32enne, aveva sofferto della malattia di Lyme, una condizione di salute causata da un particolare tipo di zecca.

Secondo le ipotesi apparse online, a causa della malattia (anche se i dettagli a riguardo sono da chiarire!) l’artista si sarebbe suicidata e la sua casa discografica, per non perdere la possibilità di guadagnare grazie alla sua musica, l’avrebbe sostituita con un clone identico a lei di nome Melissa. La clamorosa bufala ai danni di Avril Lavigne è tornata in auge lo scorso 14 maggio, quando un utente verificato di Twitter, tal Connor A. Miller, ha chiesto alla presunta Melissa di rivelare la propria identità al mondo intero, scatenando così la curiosità di molti altri utenti.

La teoria complottista sulla morte di Avril Lavigne, in realtà, si è diffusa online seguendo diversi sviluppi: alcuni sostengono che la cantante si sia uccisa dopo il divorzio dall’ex marito Chad Kroeger (il leader dei Niclelback), secondo altri il suicidio sarebbe da ricondurre a molto tempo prima, quando con l’uscita dell’album Under my skin (Sotto la mia pelle”). la sosia Melissa avrebbe cercato di fornire ai fan di Avril un messaggio subliminale.

Mentre su Twitter la bufala diventava virale su Buzzfeed appariva un articolo, datato ottobre 2015, dove il giornalista Ryan Broderick spiega per filo e per segno come da un piccolo blog brasiliano questa fake news si sia espansa a macchia d’olio in rete, confermando al 100% che ci troviamo di fronte, come se avessimo mai avuto dubbi a riguardo, ad una grande cavolata!

 

 

 

Fonte: GingerGeneration.it