Brian May dei Queen smentisce i guadagni della band dopo il biopic

Brian May dei Queen, quasi divertito, ha smentito le indiscrezioni che si sono rincorse negli ultimi giorni circa gli incassi che la band avrebbe maturato a seguito del successo del biopic Bohemian Rhapsody di Bryan Singer. Alcun tabloid inglesi, tra i quali non manca il Sunday Times, avevano riportato che i Queen superstiti (quindi non parliamo di Adam Lambert) sarebbero diventati più ricchi della Regina Elisabetta – nel gioco di parole “Queen vs Queen” – compreso il bassista John Deacon, che da diversi anni non partecipa alle attività di May e Roger Taylor.

I titoli scandalistici hanno riportato che la band avrebbe a disposizione un patrimonio di almeno 445 milioni di sterline contro i 375 milioni del patrimonio della Regina, ma Brian May dei Queen ha smentito queste affermazioni durante un’intervista rilasciata alla BBC:

“Mi sono messo a ridere l’altro giorno, perché i giornali hanno scritto che siamo diventati ricchi grazie a questo film. Ma se solo sapessero… Non abbiamo preso nemmeno un centesimo, ancora.”

Quali fossero le fonti dei quotidiani internazionali resta un mistero, ma lo storico chitarrista della band di We will rock you ha messo un sigillo alle tante falsità che circolavano sui Queen. Durante l’intervista, May ha anche annunciato che il prossimo tour previsto con Adam Lambert alla voce negli Stati Uniti e nel Canada potrebbe essere l’ultimo, considerando che non sono previsti impegni discografici con il cantante.

Recentemente l’Express aveva fatto una stima sui potenziali guadagni che la band avrebbe ottenuto dopo il film, ma con un certo tipo di stampa – come sostiene il chitarrista – le informazioni si sono diffuse in modo distorto. Per questo Brian May dei Queen si è trovato costretto a smentire le voci sui guadagni a seguito degli incassi di Bohemian Rhapsody, che vedevano la leggendaria band britannica superare la Regina Elisabetta in termini di patrimonio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: Optimagazine.it