Combattere il freddo: ecco qualche astuzia antigelo

Buio. Freddo. Già questo sarebbe sufficiente per demoralizzarci ancor prima di aver messo piede fuori dal letto: in inverno alzarsi al mattino per andare al lavoro o a scuola spesso è difficile. Il tepore del letto, una doccia calda e rigenerante, un bel caffè fumante ci invitano a rimanere e a coccolarci dentro le mura di casa. Ma evitare di congelarsi la mattina appena svegli è possibile: ecco un piccolo vedemecum per un inizio di giornata all’insegna del benessere.

Abbasso la sveglia: svegliarsi di soprassalto e all’ultimo minuto è assolutamente da evitare. Non solo si rischierebbe di saltare qualche passaggio fondamentale della routine anti-gelo del mattino, ma potrebbe compromettere la possibilità di avere un umore accettabile al risveglio. E’ importante aprire gli occhi con dolcezza e senza fretta, quindi no alle sveglie aggressive e sì invece alla musica del cuore. Il consiglio furbo peri niziare col piede giusto? Un tappeto scendiletto soffice e colorato, delle pantofole calde e confortevoli, una vestaglia avvolgente e morbida che ci protegga dal freddo anche fuori dal piumone. Il massimo per iniziare alla grande la giornata!

Una doccia rigenerante: contro il freddo una doccia calda prima della colazione è taumaturgica. L’aromaterapia può rivelarsi ottima come antigelo: basterà aggiungere al bagnoschiuma, su una morbida spugna, qualche goccia di olio essenziale. Ottimo quello alla cannella, patchouli o rosa. Per una sferzata di energia, mai dimenticare un bel massaggio con il guanto di crine: lasceremo via le cellule morte e daremo il benvenuto a una sana circolazione che riattiva corpo e mente.

Evviva la colazione: l’alimentazione è fondamentale per il benessere del nostro organismo. In inverno alcuni cibi sono fondamentali per combattere il freddo e dovrebbero a buon titolo diventare i veri protagonisti della prima colazione invernale. Tra questi, spiccano i fiocchi di avena con il latte (il porridge), il pane con burro e marmellata, tè caldo o, ancora meglio, infusi di zenzero. Per finire, mai trascurare di bere  spremute di arancia fresche e di fare spuntino con la frutta secca.

Uno strato sopra l’altro: vestirsi “a cipolla” è l’ottimo per evitare il freddo e mettersi al riparo dalle sudate, soprattutto quando si entra in ambienti chiusi e riscaldati. In inverno, quando le temperature precipitano, vestirsi a strati sovrapposti è un must: cotone sulla pelle e poi tutto quello che serve secondo il tipo di giornata da affrontare, ricordandoci sempre il microclima in ufficio o a scuola. Testa, piedi e mani vanno sempre tenuti al calduccio: mai dimenticare a casa guanti e cappello.

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: Tgcom24.it