FANNY NEGUESHA, RITORNO DI FIAMMA CON BALO

Ritorno di fiamma tra Fanny Neguesha e Mario Balotelli, ma a dettare le regole del gioco è la ex naufraga. Al settimanale Chi, Fanny ha detto: “Sono pronta a tornare, ma solo se certe cose cambieranno. Mario vorrebbe che io stessi a casa, pensassi a costruire una famiglia. Lui non mi sostiene, non crede in me: piazza delle barriere nei miei progetti. Io non mi permetterei mai di dirgli nulla sulla sua professione, su cosa deve fare”.

balo

Per la sua compagna il calciatore vorrebbe una vita lontana dalle telecamere, tra le quattro mura di casa, intenta ad occuparsi solo di lui. Per la Neguesha così non va: “Lui non vuole che vada in tv, non apprezza che in Francia la casa discografica Universal mi abbia messo sotto contratto per un disco che uscirà a settembre. Niente di niente. Che cosa faccio di male? Ho i miei sogni, ho studiato per questo. Perché non gioirne insieme”.
“Abbiamo ripreso a parlarci, a frequentarci e siamo tornati a vivere come al solito, tra alti e bassi. Lui vorrebbe che vivessi per lui, che stessi a casa con lui e stop. Ma io mi sento portata per la comunicazione, per l’arte: perché imprigionarmi? Io non gli direi mai: “Smetti di giocare per dieci anni”. Potrei fingere per un po’, ma non reggerei a lungo. Sono umana: vera, non finta” si sfoga Fanny.
“Tra la carriera e l’amore scelgo l’amore. Sempre – spiega la showgirl al settimanale diretto da Alfonso Signorini – Ma ne deve valere la pena. Non deve essere un amore egoista, ma un amore generoso. Sogno, da grande, una famiglia e dei figli. Sarò una bravissima mamma: metterò i miei progetti nel cassetto e penserò alla famiglia. Mario? Lui mi ha già chiesto di fare un figlio, ma ai tempi mi sono fermata, non me la sono sentita. Oggi l’ho ritrovato, è vero, ma è sempre immaturo. Non posso essere solo io quella che fa sacrifici. Non può essere così. Si rovina quello che di bello c’è stato e ci potrà essere. Non ho ancora ripreso l’anello con cui mi aveva proposto di sposarlo. Lo lascio a lui, sospeso, sperando che entrambi troviamo la stessa strada”.

 

 

 

Fonte: Tgcom24.it