Fragole: virtù e benefici del “falso frutto” dolce e fragrante

Rosse e bellissime, con l’inconfondibile forma “a cuore”: sono le fragole. Dotate di un buon contenuto calorico a causa dell’elevato tenore zuccherino, le fragole contengono la preziosa vitamina C oltre ai flavonoidi. Vediamo dunque le mille proprietà di questo frutto amico della salute e del nostro benessere.

– Alt all’anemia: le fragole, abbiamo detto, sono ricche di vitamina C: pensate che cinque fragole contengono tanta vitamina C quanto quella di un’arancia e, come sappiamo, la vitamina C favorisce l’assorbimento del ferro, utile per la formazione dei globuli rossi e per i muscoli.

Bilancia addio: amiche della dieta, le fragole sono anche ricche di enzimi capaci di attivare il metabolismo dei grassi aiutando il corpo a dimagrire con meno fatica. Se non bastasse, sappiate che le fragole apportano anche un’alta quantità di fibre (una tazza di fragole fornisce circa il 13% della razione giornaliera e soltanto 43 calorie) che non solo ci aiutano a digerire più velocemente, favorendo il transito intestinale, ma contribuiscono anche ad aumentare il senso di sazietà, limitando la sensazione di fame e quindi a controllare il peso.

Beata gioventù: ricche di manganese, le fragole sono ricche di manganese e di potassio, il che le porta di diritto nella classifica top 20 dei frutti maggior proprietà antiossidanti: la presenza di antocianina, il pigmento che conferisce alle fragole il colore rosso, provoca infatti un incremento dell’acido urico, che funge da agente antiossidante.

Mai più artrosi: i fenoli sono sostanze anti infiammatorie; consumare fragole è quindi molto utile per alleviare i sintomi infiammatori in chi soffre di osteoartrite, asma e aterosclerosi. Oltre ai fenoli, il potassio, la vitamina K ed il magnesio contenuto in questi preziosi frutti sono un toccasana anche per la salute delle ossa.

A me gli occhi: la carenza di alcuni nutrienti e la presenza di radicali liberi possono causare problemi agli occhi. Antiossidanti come i flavonoidi, i fitochimici fenolici e l’acido ellagico di cui le fragole sono ricche possono evitare queste condizioni; inoltre il potassio contenuto nelle fragole aiuta anche ad evitare la pressione intraoculare, molto dannosa per gli occhi e la vista.

Qualche idea per consumare le fragole? Ecco qui: fresche e senza zucchero, oppure con il limone o poche gocce di aceto di mele, per stimolare la diuresi, o anche frullate con un vasetto di yogurt naturale e una foglia di menta, e – perché no? – centrifugate con una mela e una banana. Squisite!

 

 

 

Fonte: Tgcom24.it