La rucola e le sue virtù: aiuta a dimagrire e non solo

O la si ama o la si odia, la rucola divide le opinioni, c’è chi va matto per il suo sapore pungente e chi invece lo detesta. Esistono però tanti buoni motivi per consumarla.

Contro la fame nervosa e i chili di troppo
La rucola è perfetta per chi vuole dimagrire dal momento che è ricca di vitamina C e di calcio. Secondo una ricerca dell’Università dell’Arizona, la rucola ha potere dimagrante proprio per via della vitamina C che agevola la sintesi della carnitina, un aminoacido che favorisce la combustione dei grassi di deposito e accelera il metabolismo. Peraltro questo ortaggio ha pochissime calorie e contiene fibre a tutto vantaggio della linea, del senso di sazietà e del controllo del picco glicemico. Non solo, la rucola è nota anche per il suo contenuto di calcio e secondo alcuni studi questo minerale gioca un ruolo importante nello stimolare lo scioglimento dei grassi e nell’ostacolarne il deposito, oltre a tenere a bada la fame nervosadal momento che ha un potere calmante. La rucola si rivela preziosa anche in caso di gonfiore, contribuisce ad eliminare i fastidiosi gas che si formano nell’intestino e vanta proprietà diuretiche favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

 Fonte di ferro e depurante
Oltre a contenere un’alta quantità di calcio che la rende preziosa per ossa, unghie e denti, la rucola contiene anche ferro, che grazie alla presenza di vitamina C, viene facilmente assimilato dall’organismo. Contiene inoltre potassio, fosforo, zinco, magnesio, beta carotene, vitamina E, A, J, gruppo B, F e K. La sua particolare composizione fa sì che contribuisca al benessere del fegato e a depurare l’organismo, migliorando la qualità del sangue. Rafforza il sistema immunitario e svolge una funzione protettiva sullo stomaco, soprattutto per quel che riguarda la prevenzione dell’ulcera. Consigli utili: consumate la rucola principalmente cruda per preservarne l’apporto vitaminico, mentre per depurare il fegato fate un infuso di rucola o mangiatela cotta. Non eccedete: meglio non superare le due porzioni al giorno per gli adulti e una porzione per i più piccoli.