La spremuta di arancia fa dimagrire e non solo

Che le arance facessero bene non c’erano dubbi, ma sapevate che bevendo spremuta di arancia si può dimagrire? Ecco come.

 

Come dimagrire con la spremuta d’arancia
La dieta del succo d’arancia è semplice, prevede che si bevano due litri di spremuta di arancia al giorno, uno al mattino mezz’ora prima di fare colazione e l’altro a metà pomeriggio dopo almeno due ore dal pranzo. In questo modo si accelera il metabolismo e stimola l’eliminazione di tossine dal corpo, a tutto beneficio della linea. La spremuta deve essere appena fatta, quindi non preparatela in anticipo per risparmiare tempo e non acquistate quella pronta e confezionata. Inoltre la spremuta non deve essere zuccherata.

Oltre a bere succo d’arancia, consumate tanta frutta e verdura (soprattutto cruda), legumi, frutta secca, evitate le farine e gli zuccheri raffinati, i dolci, le bevande gassate e la caffeina. Non trascurate il movimento, fate almeno mezz’ora al giorno di attività fisica, tre volte alla settimana come minimo. Ricordatevi di dormire a sufficienza ed evitate il fumo.

Perché si dimagrisce con la spremuta d’arancia
Il motivo principale per cui si perde peso seguendo questo regime alimentare è che la spremuta d’arancia promuove l’eliminazione delle tossine, quelle che si annidano nell’intestino e minano salute e benessere, quei residui che si fissano alle pareti intestinali indebolendo il sistema immunitario e rallentando le normali funzioni dell’organismo.

Benefici oltre al dimagrimento
Non solo seguire questa dieta vi farà perdere peso, ma ne avrete numerosi altri benefici: depurerete il sangue, il fegato e il pancreas lavoreranno meglio, l’aspetto della pelle sarà più bello, disinfetterete l’apparato digerente a partire da bocca, lingua, gola e gengive per arrivare allo stomaco e all’intestino, ridurrete problemi di stitichezza, contrasterete la formazione di emorroidi, rafforzerete le difese immunitarie, allevierete le infiammazioni. I meriti di questi effetti si devono in gran parte alla preziosa vitamina C, potente antiossidante da sempre conosciuta per essere in grado di tenere alla larga i malanni di stagione dovuti alle sindromi influenzali, con sintomi come febbre, tosse, raffreddore e mal di gola.

 

 

 

 

Fonte: Libero.it