Max Gazzè: “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” da Sanremo 2018 ai banchi di scuola e diventa un fumetto

“La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” di Max Gazzè arriva nelle scuole. Il brano che l’artista ha portato sul palco del Teatro Ariston è arrivato fin dai bambini, che ne hanno studiato la storia e riportata nelle immagini a fumetti.

Il successo del brano di Max Gazzè continua anche dopo il Festival di Sanremo 2018, nel quale ha conquistato il sesto posto e il prestigioso Premio per la Miglior Composizione intitolato a Giancarlo Bigazzi. L’arrivo sui banchi di scuola rappresenta un nuovo traguardo per il brano di Max Gazzè, contenuto nella raccolta Alchemaya. L’opera sintonica dell’artista è anche diventata un videogioco, con il protagonista che deve portare a termine un’impresa secondo le classiche modalità di tutti i giochi virtuali. Dietro La leggenda di Cristalda e Pizzomunno c’è una lunga storia, che fonda le sue radici nella tradizione pugliese.

Il protagonista della storia è Pizzomunno, un pescatore molto ambito dalle giovani del suo paese. Le sue attenzioni sono però solo per Cristalda, che conosce sulla spiaggia. Come tutte le storie, anche questa ha il suo antagonista, rappresentato dalle sirene che vorrebbero che lui fosse il re del mare, tentando di sedurlo ogni volta che prende il largo per pescare.

L’ira delle sirene non tarda ad abbattersi su Cristalda, che viene trascinata in fondo al mare proprio mentre si trovava in compagnia di Pizzomunno. Il giovane, pietrificato dal dolore, rimarrà per sempre su quella spiaggia sotto forma di roccia bianchissima. I due sono però destinati ad amarsi per l’eternità, con il maleficio che si spezza ogni 100 anni e il 15 agosto. Cristalda riemerge dagli abissi e Pizzomunno torna a prendere le sembianze umane.

Alchemaya sarà portata in tour e nei maggiori palchi italiani nei prossimi mesi, mentre il disco è già stato rilasciato il 9 febbraio in occasione della partecipazione dell’artista al Festival di Sanremo 2018.

Fonte: Optimagazine.it