Monica Bellucci rifiuta un invito a cena da parte di Vladimir Putin.

Attesissima Bond Girl nell’imminente Spectre, 24esimo film dell’infinita saga legata all’agente 007, la 50enne Monica Bellucci ha ‘osato’ l’inosabile. Ovvero rifiutare un invito a cena da parte del potente Vladimir Putin, attuale Presidente della Federazione Russa. Ma andiamo con ordine. A riportare l’incredibile indiscrezione è il settimanaleNovella 2000. Il 63enne Putin, ex militare ed ex agente segreto russo, avrebbe più volte invitato la diva di Città di Castello ad una delle sue celebri cene di gala. Ma l’ex moglie di Vincent Cassel non si è mai concessa.

 

bellucci

‘Il capo del Cremlino da sempre ama circondarsi di star internazionali e sono molte quelle che hanno accettato l’invito, come Kevin Costner, Gerard Depardieu, i nostri Al Bano e Romina e Ornella Muti. La Bellucci, però, malgrado le insistenze, ha risposto sempre “Picche”’.

Conferme e/o smentite ufficiali da parte della Bellucci nazionale, per ora, non ce ne sono, ma l’indiscrezione di Novella 2000 si fa ancor più gustosa grazie ad un altro particolare. Perché Putin, pur di riuscire nell’impresa e non uscire sconfitto dall’infinita corte all’attrice italiana, avrebbe chiesto aiuto ad un caro vecchio ‘amico’ nostrano.

‘Pare, addirittura, che abbia telefonato all’amico Silvio Berlusconi per cercare di farsi dare una mano a convincerla. E così i “Picche” sono diventati due’.

E’ facile immaginare che la Bellucci si sia negata a Vladimir Putin anche per le oscene e celebri opinioni di quest’ultimo nei confronti dei gay. Proprio lei, che si è sempre dichiarata a favore dei diritti glbtq, poteva accettare un invito a cena da colui che viene da più parti considerato il politico più potente e omofobo d’Europa? Perché non tutte le compagnie, anche se all’interno di ‘cene eleganti’, sono le più gradite.