Pentola bruciata: sapete cosa fare per recuperarla?

Capita a tutti di bruciare il cibo nella pentola, un attimo di distrazione può essere fatale e la vostra pietanza rimane attaccata al fondo. Ecco come eliminare il bruciato dalla pentola.

Con l’aceto
L’aceto è un prezioso alleato in questi casi grazie alla sua acidità. Versate l’aceto nella pentola, mettetela su un fornello e portate a ebollizione a fiamma bassa, dopo qualche minuto vedrete che alcuni frammenti di bruciato si staccheranno dal fondo. A questo punto, togliete la pentola dal fuoco, lasciate raffreddare e poi con l’aiuto di una spatola o una spugnetta, eliminate il bruciato rimasto.

Con aceto e bicarbonato
Con pentole di acciaio, ghisa o ceramica, si rivela essere particolarmente efficace il connubio tra aceto e bicarbonato, due prodotti che in effetti vengono ampiamente usati per disinfettare e detergere la casa. Versate sul fondo della padella bruciata una tazza d’acqua, riscaldate la pentola a fiamma bassa, aggiungete una tazza di aceto e portate a ebollizione. Togliete a questo punto la padella dal fuoco, versate ora all’interno 2 cucchiai di bicarbonato di sodio (è normale che si sviluppi dell’effervescenza). Lasciate agire qualche minuto prima di eliminare l’acqua con aceto e bicarbonato. Strofinate ora con una spugnetta abrasiva, eventualmente versando un altro po’ di bicarbonato a secco per sfruttarne le proprietà disincrostanti.

Con la cola
Il potere corrosivo della cola è ormai risaputo. In questo caso può tornare davvero utile. versate della cola nella pentola, lo stretto necessario per ricoprire il fondo, mettete la pentola sul fornello, riscaldate a fiamma dolce, spazzolate per un minuto e mezzo circa la padella con una spazzola a setole rigide con un’impugnatura che vi permette di non bruciarvi. Spegnete il fuoco e continuate a spazzolare fino a eliminare i residui.

 

 

Fonte: Libero.it