Renato Zero: tutto l’impegno in “Zerovskij Live” nuovo album atteso a maggio

Renato Zero in Zerovkij Live non intende smentirsi. Questo è quello che ha voluto trasmettere nello spettacolo all’Arena di Verona del 1° settembre e in tutti gli altri che ha voluto dedicare all’opera sinfonica concepita per i suoi 50 anni di carriera.

Già distribuito nei cinema romani durante la proiezione di Zerovskij, il disco live è ora pronto ad approdare sul mercato a partire dal 18 maggio, a un anno esatto dai firma copie che Renato Zero tenne per Zerovskij, che rilasciò il 12 maggio del 2017.

Sarà già possibile pre-ordinare l’album con qualche giorno di anticipo, a partire dall’11 maggio. Per tutti coloro che decideranno di salvare il disco a una settimana dall’uscita, l’artista ha pensato a una instant gratification che ha individuato nel brano Potrebbe essere Dio.

Nell’album saranno quindi racchiuse tutte le emozioni dello spettacolo che Renato Zero ha anche portato sul grande schermo, con due sessioni di proiezione che hanno confermato il grande successo del tour seppur fuori dai suoi binari canonici.

Un nuovo impegno nei confronti di un foltissimo popolo di fan, quello di Renato Zero, che non si arrende al successo ma lo esalta portando qualcosa di completamente diverso ma suo. Zerovskij sembra quindi l’estrema realizzazione di un progetto impossibile, portato con orgoglio di fronte a una società che ha smesso di ascoltare. E così, vediamo arrivare un insolito capostazione che ci parla con candore e ci frantuma in mille pezzi, mettendoci di fronte a una realtà scontata che fingiamo di non vedere.

Zerovskij, presto sul mercato con un album live, è la punta estrema di una carriera fatta di successi ma anche di ombre, di denuncia, d’amore e di “presenza”. Questo il messaggio che Renato Zero ha pensato per annunciare Zerovskij Live ai suoi numerosi fan.

“ZEROVSKIJ è ostinatamente ancora presente! Sa di essere piaciuto, avendo raccolto consensi attraverso tutte le fermate effettuate dal suo poderoso treno. Qui, in questo elegante cofanetto, tutta la memoria musicale di tutti gli interpreti che si sono adoperati per realizzare quest’opera davvero rara e irripetibile.

Tutto questo “SOLO PER AMORE”. Amore per il pubblico. Per i progetti impossibili. Per il desiderio di non restare relegato tra i dischi di platino. Amore per l’impegno che ci rende partecipi e operativi sempre .

Ancora e definitivamente…

Zero Renato!”

 

 

Fonte: Optimagazine.it