Vasco Rossi riceve il Premio Inclusione dall’Università di Padova per il suo contributo alla musica

Vasco Rossi riceve il Premio Inclusione dall’Università di Padova. Il rocker di Zocca ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per il suo contributo alla musica italiana e per il suo potere di “includere”.

Le motivazioni per l’assegnazione del Premio sono state queste: “In ragione del contributo che con le Sue opere ha dato e continua a fornire alla crescita ed allo sviluppo umano e culturale del nostro Paese”.

L’artista ha prontamente ringraziato l’organizzazione sui suoi canali social ufficiali, definendo la motivazione fornita come molto gratificante per il suo lavoro.

Il Premio dell’Università di Padova non è stata l’unica soddisfazione ottenuta da Vasco Rossi in questi ultimi giorni. L’artista ha infatti trionfato nel report annuale di SIAE, con Modena Park che ha fatto segnare il record mondiale con 225,173 spettatori.

Vasco Rossi riesce quindi ancora a stupire, anche dopo anni di carriera e un pubblico affezionatissimo che continua a seguirlo passo dopo passo. Esaurite le date del tour che l’ha condotto in tutti i maggiori stadi italiani, l’artista emiliano è ora pronto per una nuova sessione di concerti che terrà nel 2019.

Si è insistentemente parlato di un nuovo singolo nel mese di ottobre, che ancora non ha una data certa di uscita. La macchina organizzativa per il tour è invece già avviata e darà un seguito al successo del tour che ha condotto a tarda primavera con data zero allo Stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro.

Il progetto di Modena Park avrebbe potuto essere replicato, ma questa possibilità non è ancora nei progetti dell’artista. Il grande concerto del 1° luglio 2017 è quindi destinato a rimanere un caso straordinario e isolato – almeno per il momento – che Vasco potrebbe pensare di riprendere in un futuro che non sembra troppo vicino. Certi i concerti nel 2019 per la nuova sessione negli stadi che andrà a bissare il successo di quella appena conclusa.

 

 

 

 

Fonte: Optimgazine.it